Endodonzia - Cerri
566
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-566,bridge-core-1.0.1,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-18.0.3,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive
 

Endodonzia

Endodonzia - Studio dentistico associato Cerri
Di cosa si tratta?

L’endodonzia è quella branca dell’odontoiatria che si occupa del trattamento delle lesioni della polpa dentale, che contiene i vasi sanguigni, il nervo del dente e il tessuto connettivo. La polpa dentale all’interno del dente si estende dalla camera pulpare attraverso il canale radicolare fino all’apice della radice.

Che cos’è un trattamento endodontico (o devitalizzazione)?

La devitalizzazione del dente consiste nella completa detersione e strumentazione di ciascun canale mediante strumenti appositi, nella disinfezione e nella sua sagomatura al fine di renderne possibile la completa otturazione con un materiale inerte e sigillante.

Endodonzia - Studio dentistico associato Cerri
Endodonzia - Studio dentistico associato Cerri
Quando si ricorre al trattamento endodontico?

Diverse possono essere le cause che portano a questo trattamento. La più frequente è quando una carie viene trascurata ed arriva a coinvolgere la polpa dentale. In questi casi si avvertirà un forte dolore, in quanto i batteri penetrano in profondità provocando una pulpite. In questi casi è estremamente importante intervenire con tempestività per evitare che l’infezione si propaghi oltre l’apice della radice del dente e provochi un ascesso, e per scongiurare la perdita dell’elemento. Altre cause possono essere: la necrosi spontanea del nervo, la formazione di granulomi o cisti, gravi lesioni, forti traumi, fratture dentali.